I benefici dell’Aloe Arborescens di Padre Zago

L’Aloe Arborescens è una pianta di origine sudafricana che oltre ad essere utilizzata come pianta ornamentale in giardini si ingerisce per riceverne le ottime proprietà curative.

aloe vera vs arborescens

*unità di misura: ppm

Lo sapevi che…

L’aloe arborescens è una delle migliori “piante da camera da letto” per la sua importante capacità traspirante e depurativa. Questa pianta, infatti, è particolarmente efficace nel convertire l’anidride carbonica in ossigeno durante la notte. Dopo aver assorbito l’acqua dalla terra, la riversa nell’atmosfera in grandi quantità per vaporizzazione. Ciò che si ottiene è un ambiente salubre, con una migliore percentuale di umidità e soprattutto un maggiore livello di ossigeno nell’aria. Ne segue un ambiente ideale per riposare al meglio durante la notte.

Come dicevamo all’inizio, popolari e riconosciute sono le proprietà curative che ha l’aloe arborescens. A possedere le qualità suddette sarebbero le foglie di questa pianta. Dell’aloe arborescens si possono utilizzare le foglie inclusa la cuticola (buccia esterna), escludendo le spine, la punta e la base più chiara.

Tra i possibili impieghi delle foglie di aloe arborescens, si possono menzionare:

Integratore alimentare.

  • Integratore alimentare

    . Come si deduce dalla scheda, l’aloe contiene moltissimi componenti essenziali per il corpo umano, tra cui enzimi, aminoacidi, zuccheri, minerali, antrachinoni, e polisaccaridi inclusi acemannani). E soprattutto l’aloe arborescens, rispetto alla sua “cugina” aloe vera, possiede una percentuale degli stessi in quantità di gran lunga maggiore.

    • Drenante e Depurante. L’aloe sembrerebbe favorire il drenaggio dei liquidi extracellulare. Favorisce l’eliminazione delle tossine e, inoltre, crea una membrana che protegge le pareti intestinali, impedendo l’assorbimento di sostanze dannose per l’organismo.
    • Ripristinante delle funzionalità intestinali. L’aloe arborescens è da molti considerata un lassativo naturale. In realtà, è più corretto definirla un’alleata del sistema digestivo, in quanto favorisce il ripristino delle funzionalità intestinali. La flora batterica intestinale sembra infatti attivarsi e si promuove l’eliminazione delle tossine. Al contempo, aumenta la capacità di assorbimento delle sostanze nutritive. Ecco perché la comunità scientifica sembra riconoscere all’aloe delle proprietà tali da contrastare gli effetti collaterali dovuti all’assunzione di farmaci di sintesi sull’apparato digerente (acidità di stomaco, stitichezza, crampi, …).
    • Supporto alla chemioterapia. L’applicazione orale dell’aloe è promossa come lassativa, mentre I preparati a base di gel o foglia intera sono stati variamente raccomandati in aggiunta alla chemioterapia o a migliorare diversi disordini come malattie infettive, metastasi e coliti ulceranti.1 l’aloe arborescens ha delle ottime capacità immunomodulanti. I polisaccaridi contenuti in questa pianta, soprattutto quelli solubili in acqua (WAP), contengono alte concentrazioni di mannosio e glucosio. Da uno studio in vitro, questi hanno dimostrato un alto potere immunomodulante nei confronti di cellule tumorali. Questo rivela la validità della pianta come coadiuvante nel trattamento dei tumori con chemioterapia.2
    • Antivirale. L’aloe arborescens ha da sempre vantato proprietà antivirali. Questo sembra essere stato appurato da un recente studio del 2015. Qui, nello specifico, si è appurata l’effettiva attività dell’aloe nel contrastare il virus dell’influenza. 3
  • Cosmetico

    • Cicatrizzante. Secondo uno studio del 2008, il succo dell’intera foglia di aloe arborescens ha delle proprietà antibatteriche e antimicotiche e favorisce i processi cicatrizzanti.4
    • Trattamento delle punture di insetto. Il gel di aloe arborescens è utilissimo per alleviare i fastidi derivanti dalle punture di insetto. Lo stesso vale per il trattamento delle punture di meduse e perfino di ortica.
    • Lenitiva. Se ne fa un uso anche per lenire la pelle scottata dal sole, o per contatto con fonti di calore.
  1. Herbal Medicine: Biomolecular and Clinical Aspects. 2nd edition. Benzie IFF, Wachtel-Galor S, editors.

Boca Raton (FL): CRC Press/Taylor & Francis; 2011. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK92765/

  1. J Med Food. 2017 May;20(5):491-501. doi: 10.1089/jmf.2016.0148. Epub 2017 Apr 17.

Aloe arborescens Polysaccharides: In Vitro Immunomodulation and Potential Cytotoxic Activity.

Nazeam JA1, Gad HA2, Esmat A3, El-Hefnawy HM4, Singab AB2. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28414560

  1. Phytomedicine. 2015 Sep 15;22(10):911-20. doi: 10.1016/j.phymed.2015.06.006. Epub 2015 Jul 2.

Antiviral activity of an aqueous extract derived from Aloe arborescens Mill. against a broad panel of viruses causing infections of the upper respiratory tract.

Glatthaar-Saalmüller B1, Fal AM2, Schönknecht K3, Conrad F4, Sievers H4, Saalmüller A5.

  1. J Ethnopharmacol. 2008 Nov 20;120(2):181-9. doi: 10.1016/j.jep.2008.08.008. Epub 2008 Aug 15.

Preliminary evaluation: the effects of Aloe ferox Miller and Aloe arborescens Miller on wound healing.

Jia Y1, Zhao G, Jia J. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18773950

I nostri prodotti derivano esclusivamente dalle nostre piantagioni di Aloe Arborescens